ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Casa natale dell’Eroe de La Demajagua. Photo: Granma

Bayamo - Con la XXVI Giornata Commemorativa “Uomo di marmo”, si renderà omaggio da 25 febbraio prossimo nella città di Bayamo, all’eroe patriota Carlos Manuel de Céspedes, leader iniziatore della prima guerra cubana per l’indipendenza, e Padre della Patria, morto in combattimento il 27 febbraio del 1874.

Convocata dal museo ubicato nella casa natale dell’Eroe de La Demajagua, la giornata comincerà con la conferenza “Del ocaso a la gloria”, impartita dalla dottoressa Vivian Infante, direttrice dell’istituzione, offerta nello stesso spazio culturale.

“Come parte della commemorazione si presenterà il bollettino *El Avisador Cespediano*, che contiene aspetti rilevanti di tutta la vita e l’opera di questo eccezionale patriota”, ha precisato per Granma Isel Natacha Ruiz, specialista del museo, spiegando che l’omaggio continuerà fino al 26 febbraio, con lo Spazio Socioculturale Patrimonio Somos, relazionato ai valori tangibili e intangibili della casa natale del Padre fondatore, che si realizzerà nel liceo urbano Batalla de Peralejo.

La giornata commemorativa include anche una giornata culturale nella quale si ricorderà, dall’arte, il legato del leader indipendentista.

Un momento speciale dell’omaggio sarà la cerimonia patriottica nel portico della museo casa natale di Carlos Manuel de Céspedes, nel 142º anniversario della morte del Padre de la Patria, nel quale si risalterà la sua fertile opera rivoluzionaria e la grandezza del suo pensiero.

Natacha Ruiz ha informato inoltre che com’è tradizione la cerimonia inizierà con l’offerta di corone di fiori davanti alla statua che perpetua l’immagine dell’ eccezionale eroe patriota, nella prima Piazza della Rivoluzione di Cuba e davanti al busto di Perucho Figueredo, suo compagno di lotta e autore dell’Inno Nazionale.

Nato il 18 aprile del 1819, Céspedes fu poeta, giornalista, attore, regista di teatro, giocatore di scacchi, traduttore e narratore ed iniziò la letteratura di campagna e i saggi politici nell’Isola.

Il patriota eccezionale cominciò la Rivoluzione, decretò l’abolizione della schiavitù e allertò contro gli ideali d’annessione degli Stati Uniti. (Traduzione GM - Granma Int.)