ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Ciudad de Santiago de Cuba. Photo: Juvenal Balán

L’Avana – Gli organizzatori della seconda Conferenza Internazionale “Con tutti e per il bene di tutti”, hanno risaltato l’importanza dell’etica dell’Eroe Nazionale di Cuba , José Martí, cha sarà al centro del dibattito e delle analisi di questo Forum di intellettuali di 44 paesi.

Nella conferenza stampa, il vice direttore generale dell’Ufficio del Programma Martiano, Héctor Hernández Pardo, ha segnalato che il pensiero di Martí, etico in tutte le sue espressioni, può favorire il dialogo tra persone di buona volontà in tutto il mondo.

A tono, ha poi informato che sino ad ora 400 delegati di paesi di tutti i continenti, e 200 cubani, hanno confermato la loro partecipazione all’incontro che si realizzerà dal 25 al 28 gennaio nella capitale.

Hernández Pardo ha spiegato che la Conferenza ha l’obiettivo di stimolare e fomentare un dibattito d’idee tra intellettuali e attivisti, il più plurale possibile, sulle preoccupazioni comuni di fronte alla crisi globale e al pericolo che rappresenta per il futuro della specie umana.

Yusuam Palacios, presidente del Movimento Giovanile Martiano, ha dichiarato a Prensa Latina che un Forum di pensiero centrato nella figura del Patriota indipendentista è davvero rilevante e pertinente.

“Viviamo in un contesto dove le idee continuano ad essere fondamentali e in cui all’uomo si presenta una battaglia culturale soprattutto di pensiero, con l’obiettivo della sua preservazione”, ha segnalato Palacios.

“Per questo, così come diceva Martì, antimperialista al disopra di tutto, dobbiamo vincere con il pensiero”, ha aggiunto.

Auspicata dall’ organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura, Unesco, la Conferenza si svolgerà in commissioni e gruppi che tratteranno tematiche dell’attualità, come la crisi dell’ambiente e lo sviluppo tecnologico, con l’impatto di questo nella vita umana. (Traduzione GM - Granmma Int.)