ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

La Commissione delle Relazioni Internazionali dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare di Cuba, a poche ore dalle elezioni legislative in Venezuela, esprime la sua più ferma condanna delle costanti, sistematiche e crescenti azioni e dichiarazioni d’ingerenza nei temi interni della fraterna Repubblica Bolivariana del Venezuela, che pongono in evidenza l’articolazione di una brutale campagna internazionale contro il Governo legittimo e democraticamente eletto di questo paese da parte dei settori politici più reazionari e retrogradi degli Stati Uniti, l’Europa e l’America Latina.

I portavoce esterni dell’opposizione pretendono negare o ignorare le conquiste realizzate dalla Rivoluzione Bolivariana iniziata dal Comandante Hugo Chávez Frías e continuata dal Presidente Nicolás Maduro Moros e il suo governo, a beneficio del popolo venezuelano, per il rispetto dei suoi diritti umani e le libertà democratiche, la riduzione della povertà e la crescita della qualità di vita, soprattutto dei settori più umili , storicamente ignorati ed emarginati. cosi come il suo solidale contributo allo sviluppo socio-economico di altre nazioni della regione e del mondo, nonostante la continua e feroce opposizione anti democratica, con l’appoggio esterno, che sconfitta in numerose occasioni nelle urne pretende destabilizzare e far cadere il governo legittimo con mezzi anti costituzionali, includendo la violenza.

Il sistema elettorale venezuelano ha dimostrato la sua legittimità e trasparenza ed è stato elogiato e riconosciuto dagli organismi internazionali e da personalità imparziali di numerose nazioni.

Domenica 6 dicembre il popolo venezuelano eserciterà la sua volontà nelle urne.

La Commissione delle Relazioni Internazionali chiama i legislatori e le legislatrici della regione e del mondo ad esigere che non s’intervenga nei temi interni del fraterno popolo del Venezuela, che smettano i tentativi di destabilizzazione e si rispettino il processo elettorale e i suoi risultati.

Convoca a rinforzare la solidarietà con il popolo e il governo del Venezuela, ad esigere che si rispetti la sua sovranità e auto determinazione, in corrispondenza con i postulati del Proclama dell’America Latina e dei Caraibi come Zona di Pace, e si unisce al suo presidente costituzionale per reclamare energicamente: “Lasciate tranquillo il Venezuela, già!”

Commissione delle Relazioni Internazionali Assemblea Nazionale del Potere Popolare

L’Avana, 4 dicembre 2015. ( Traduzione Gioia Minuti)