Cuba ha firmato il Protocollo di Nagoya › Cuba › Granma - Organo ufficiale del PCC
ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Ricardo López Hevia

Cuba è ora Parte del Protocollo di Nagoya riferito all’accesso alle Risorse Genetiche e di Partecipazione Giusta ed Equa dei Benefici Derivati dal suo Utilizzo, dato che ha depositato di recente presso le Nazioni Unite il suo strumento di adesione.

La direzione dell’Ambiente del Ministero di Scienza, Tecnologia e Ambiente, ha informato Granma che questo accordo ha carattere vincolante e implementa il terzo obiettivo dell’Accordo sulla Diversità Biologica, che comprende lo stabilimento di un regime internazionale per la distribuzione giusta ed equilibrata dei beni emanati con l’uso delle risorse genetiche.

Il Protocollo è stato adottato durante la Conferenza delle Parti, effettuata nell’ottobre del 2010 nella città giapponese di Nagoya, dopo sei anni d’intensi negoziati.

L’Isola ha firmato sin dal principiol’Accordo sulla Diversità Biologica firmato durante il Vertice della Terra del 1992, svolto a Río de Janeiro, i cui propositi sono la conservazione della bio diversità e la garanzia dell’uso sostenibile delle sue componenti. ( Traduzione GM – Granma Int.)