ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Raúl ha ricevuto il presidente della Colombia e il leader delle FARC-EP Photo: Granma

Il presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz, ha ricevuto oggi a L’Avana il presidente della Colombia, Juan Manuel Santos, e il leader delle FARC-EP, Timoleón Jiménez, che si trovano a L’Avana per uno storico annuncio che pone questo paese sudamericano più vicino che mai all’ottenimento della pace.

Si spera che tutti e due firmino un pre accordo sul tema delle vittime e l’applicazione della giustizia nel post conflitto, che s’intitola “Giurisdizione speciale per la Pace”.

L’intesa raggiunta nella capitale cubana ai tavoli dei negoziati è un passo storico per soddisfare i diritti delle vittime, terminare il conflitto e ottenere la pace dopo più di 50 anni di scontri, centinaia di migliaia di morti e milioni di sfollati.

L’accordo stabilisce i meccanismi da usare per l’applicazione della giustizia dopo la pace, un passo trascendentale che scioglierebbe uno dei nodi più importanti dei negoziati.

All’incontro, effettuato nel salone di protocollo di Cubanacán, ha partecipato anche il ministro degli Esteri cubano,

Bruno Rodríguez Parrilla, con membri delle delegazioni di pace del governo colombiano e delle FARC-EP.

Dal novembre del 2012, quando è stato installato il tavolo dei negoziati in Cuba, l’Isola ha ratificato il suo impegno storico con la pace in Colombia e con gli sforzi incamminati a porre fine al conflitto politico, sociale e militare di questo fraterno paese.

Lo sforzo di Cuba come garante e sede dei dialoghi, è conseguente alla proclamazione della America Latina e dei Caraibi come Zona di Pace, firmata nel II Vertice della CELAC a L’Avana da tutti i presidenti della regione. (Traduzione GM - Granma Int.)