ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
I forni rotatori del cementificio Siguaney di Sancti Spiritus sono considerati ideali per la distruzione dei gas ad effetto serra. Photo: JUAN ANTONIO BORREGO

Cuba ha distrutto, nel 2015, ben 258,4 chilogrammi di gas responsabili del buco dell’ozono, un risultato che le permette di entrare nel ristretto cerchio di nazioni della regione capaci di realizzare il complesso procedimento.

Natacha Maria Figueredo Valdes, ricercatrice e specialista dell’Ufficio Tecnico dell’Ozono (OTOZ), nel corso di una conferenza stampa, ha spiegato che la distruzione avviene nel moderno impianto costruito, a tal fine, con tecnologia giapponese nel cementificio di Siguaney, in provincia di Sancti Spiritus, messo in funzione lo scorso mese di aprile e che, attualmente, è in stabilizzazione.

Ha precisato che nella prima fase saranno distrutte tutte le sostanze ozono lesive (ODS) raccolte durante la sostituzione di oltre due milioni e mezzo di frigoriferi e circa 300mila condizionatori del settore residenziale, portata a termine in meno di tre anni nell’ambito della Rivoluzione Energetica dello scorso decennio. Il programma ha permesso di eliminare completamente nel paese l’uso di clorofluorocarburi (CFC) nella refrigerazione domestica.

In seguito saranno distrutti i gas Idroclorofluorocarburi (HCFC) che saranno raccolti, nei prossimi mesi, nei centri di assistenza per la refrigerazione e la climatizzazione.

Oltre a contribuire alla protezione del cosiddetto scudo della vita, la distruzione delle ODS consente la riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra, favorendo la lotta al cambiamento climatico.

Il dottor Nelson Espinosa, direttore dell’OTOZ, che il prossimo 16 settembre (Giornata internazionale per la preservazione dello strato di ozono) compierà venti anni dalla creazione, ha evidenziato che tra i risultati più importanti raggiunti da Cuba nell’ultimo ventennio c’è l’eliminazione totale dei CFC nella produzione di spray farmaceutici e industriali, e del bromuro di metile nella fumigazione di terreni agricoli, depositi e altre istallazioni industriali.