ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Periódico Sierra Maestra

Concepito per attrarre grandi e piccoli, il Parco dei Sogni, inaugurato a Santiago di Cuba in onore del 500º anniversario dalla sua fondazione, presenta attrazioni sorte dalle magiche mani dei suoi creatori, nell’enorme spazio del Parco 26 di Luglio e del Giardino Zoologico. È amore a prima vista quello che sentirà il visitatore vedendo i raggi del sole filtrati tra i rami di un’estensione di 36 ettari di alberi differenti, con il concerto degli uccelli che regna e l’allegria dei bambini, di fronte ad una scelta tra 66 attrazioni.

Aerei da caccia e per passeggeri, automobili elettriche, barche, gondole, cavallini o l’enorme stella, marcano l’inizio del dilemma nel gigantesco parco gonfiabile, con le emozioni del rodei, la cavallerizza sulla pista d’equitazione, lo sport con i cani, la piscina irresistibile e il “chapaleteo”.

Emozioni meno forti? Allora andate nella Case delle Mascotte, la Sala dei Centri tecnologici, la Biblioteca, la Casa dei giochi e la musica, gli acquari e le uccelliere... e lì è pronto che vi aspetta il campo di baseball con i campi di calcio, pallavolo e pallacanestro.

Forse è meglio cominciare con lo Zoo, dove si ammirano la più grane collezione di scimmie verdi dell’Isola, un giocoso scimpanzé, coccodrilli cubani nati in cattività, gli orsi neri, le zebre, le antilopi dell’India, gli uccelli di fantasia, una singolare famiglia di leoni dalla folta criniera e più di 140 specie forestali.

Una famiglia potrà, in comune accordo, scegliere il sentiero del Parco dei Sogni, capace di accogliere migliaia di persone, che presenta grandi spazi per le aree di picnic, con i maialini arrosto o le distinte grigliate, le pizzerie, la casa del caffè e i tavoli per giocare al domino orientale.

Si può scegliere d’andare alla cioccolateria, alla gelateria – cremeria, alla guarapera, nel treno caffetteria o l’aereo caffetteria, come piace di più.

E ancora al ranchon della cucina cubana, nei punti delle offerte gastronomiche leggere, alla casa del formaggio, la casa del contadino e altre offerte, tutte proposte ed indicate nel cartello all’entrata del parco.

Il perimetro è colorato e vistoso. Le sculture e le fontane, le strade e i marciapiede riparati, come la segnaletica, la costruzione della strada ferrata, il recupero e il trasferimento di vagoni ferroviari di 26,50 metri e i giardini sono tutti lavori realizzati in meno di otto mesi.

Per questo si dice che i creatori – non solo del Parco dei Sogni, ma anche di imprese, organismi e istituzioni di Santiago di Cuba - hanno le mani magiche: uomini e donne della città e delle campagne, delle Forze Armate e del Ministero degli Interni, così tanti che non si possono citare tutti.

Insomma, uno regali più belli dedicati al 62º anniversario delle gloriose gesta della Moncada e ai 500 anni della città di Santiago di Cuba, è pieno di vita dopo la sua inaugurazione nel Giorno dei Bambini, la terza domenica di luglio, e spalanca le porte alle famiglie santiaghere e a tutti i turisti che vistano la città. (Traduzione GM – Granma Int.)