ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Archivo

In occasione di una visita come parte della delegazione degli imprenditori e funzionari, Giro ha affermato che il suo paese e Cuba cominciano una nuova avventura economica nella quale lavoriamo insieme per arrivare molto lontano, come risultato degli ultimi due anni di scambi e visite istituzionali.

In una conferenza stampa Giro si è riferito al fruttifero scambio realizzato con la parte cubana durante il quale sono state realizzate riunioni con vari ministri e specialisti, dalle quali sono partiti diversi accordi che si devono rendere concreti nei settori dell’energia, agricoltura, alimentari, turismo, costruzione e infrastrutture.

Tra le proposte più immediate e di maggiore interesse per gli imprenditori italiani ha citato il montaggio di tre parchi eolici nella parte orientale dell’Isola e 14 progetti per la Zona Speciale di Sviluppo Mariel, a 45 Km. dalla capitale, oltre ad un centro di restauro e disegno nel centro storico de L’Avana vecchia.

Il vice ministro italiano ha annunciato l’apertura di un ufficio commerciale che sosterrà questo nuovo capitolo come continuità di quella che ha definito “la storica e comune relazione bilaterale”, con momenti molto significativi, come la visita del presidente cubano, Raúl Castro, a Roma nel maggio di quest’anno.

Giro ha anticipato che molti progetti sono in fase di studio e si dovranno rendere concreti in occasione della visita a Cuba del primo ministro italiano Matteo Renzi, prevista per il mese di ottobre prossimo.

“Si deve scegliere tra le priorità delle autorità cubane - ha commentato Mario Giro, accompagnato dal Sig. ambasciatore Carmine Robustelli- , perchè è un dialogo facile, basato nel rispetto