ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

La Confederazione Generale dell’Industria Italiana (Confindustria) ha indicato in un comunicato che la comitiva è formata da 140 rappresentanti di 71 imprese di nove associazioni industriali e cinque gruppi bancari.

La missione inizia i suoi lavori oggi nella capitale cubana e quindi visiterà la Zona di Sviluppo Economico di Mariel nella provincia occidentale di Artemisa, per conoscere le prospettive degli investimenti e gli scambi commerciali con l’Isola.

L’interesse degli imprenditori italiani è centrato sopratutto nei settori vitali per lo sviluppo di Cuba, tra i quali il turismo, la costruzione, le energie rinnovabili, la meccanica agricola, la sicurezza alimentare, l’ambiente, la biomedicina e la biotecnologia.

La missione italiana è organizzata, oltre che dalla Confindustria, dall’Istituto del Commercio Estero italiano (ICE), l’Associazione Bancaria Italiana e l’Alleanza delle Cooperative e Unioni Camerali ed è auspicata dai ministeri italiani di Sviluppo Economico e degli Esteri Guida il gruppo il vice ministro allo Sviluppo economico, Carlo Calenda, accompagnato dal vice segretario agli Esteri, Mario Giro, nella loro seconda visita a Cuba.

Parteciperà anche la presidentessa del Comitato per l’Internazionalizzazione e gli investimenti esteri della Confindustria, Licia Mattioli.

Fanno parte della delegazione i presidenti del ICE, Riccardo Maria Monti e del comitato tecnico per l’Internazionalizzazione dell’Associazione Bancaria Italiana, Guido Rosa.

Le attività inizieranno con il Foro Italia-Cuba a L’Avana al quale parteciperanno dirigenti delle principali Istituzioni dei due paesi.

(Traduzione GM - Granma Int.)