ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Il riconoscimento ha unito fraternamente nel Mausoleo del Secondo Fronte i dipendenti del Complesso Storico e del Museo 26 di Luglio. Photo: Eduardo Palomares

Secondo Fronte - La bandiera d’Avanguardia Nazionale nelle mani dei due gruppi di lavoratori dedicati a preservare pagine rilevanti delle lotte cubane, dipendenti del Museo 26 di Luglio, già Caserma Moncada, e del Complesso Storico del Secondo Fronte Frank País, ha acquistato uno speciale simbolismo.

Creata come Città Scuola dopo il trionfo della Rivoluzione, la già Caserma Moncada è un’antica fortezza assaltata dalla generazione del centenario organizzata e guidata da Fidel, azione che vive in modo permanente nella sua sala principale attraverso un’ampia mostra di testimonianze e le spiegazioni di tecnici e specialisti.

Considerata uno dei centri patrimoniali più importanti, riceve ogni anno almeno 80.000 visitatori nazionali e stranieri che possono osservare un totale di 465 pezzi nelle sezioni degli oggetti storici, armi e numismatica, molti relazionai ai protagonisti delle gesta della Moncada.

Ricevendo l’onore del riconoscimento, Leydis López Sola ed Evelín Cañizares Rodríguez, direttrice del museo e segretaria generale della sezione sindacale, rispettivamente, hanno segnalato che questo riflette la dedizione dei 20 lavoratori nel 62º anniversario del luminoso assalto e i 500 anni della città di Santiago.

Luogo sacro della Patria, il Complesso del Secondo Fronte preserva la memoria di avvenimenti trascendentali realizzati dalle forze ribelli comandante dal Comandante Raúl Castro Ruz, in un territori di circa 12.000 chilometri quadrati a nord della vecchia provincia d’ Oriente.

Va risaltata la cura con cui i 132 lavoratori mantengono le 18 installazioni dislocate in vari luoghi dove operarono le colonne guerrigliere e soprattutto il Comando Centrale dove si trova l’indimenticabile Vilma Espín, con l’area centrale e quelle dedicate alla Forza Aerea Ribelle.

Senza dubbio il più sano orgoglio di donne e uomini dell’avanguardia risalta nell’impeccabile stato del luogo più importante: il Mausoleo che custodisce i resti morali dei combattenti morti nelle azioni della campagna militare sviluppata dal Fronte e dei suoi membri morti dopo il trionfo della Rivoluzione.

Il direttore generale, colonnello Alberto Vázquez García, e la segretaria generale della sezione sindacale, Mireya Borrero Aldana, hanno detto al gruppo dei lavoratori che ogni anno ricevono circa 70.000 visitatori, che la bandiera rinnova l’omaggio agli eroi e ai martiri della Patria e l’impegno con Fidel e Raúl.

Realizzate vicino alla fiamma eterna del Mausoleo e alla roccia monumento che custodisce le ceneri di Vilma, le due consegne sono state realizzate da Luis Omar Gómez Gonzalvo, membro della Segretaria Nazionale del Sindacato dei lavoratori della cultura e dalla segretaria generale nella provincia, Rubenis Hechavarría Noa.

( Traduzione GM – Granma Int.)