ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Estudio Revolución

Il Presidente Raúl Castro Ruz ha esercitato il suo diritto al voto nelle elezioni realizzate ieri domenica 19 in tutta Cuba, per eleggere i delegati nelle Assemblee Municipali del Potere Popolare, giornata in cui è stato anche celebrato il 54º anniversario della vittoria di Playa Girón.

Giungendo al suo Seggio nel municipio Playa della capitale, Raúl ha conversato con i membri addetti alla votazione sull’importanza di queste elezioni alle quali sono stati convocati più 8 milioni di cubani per eleggere i loro rappresentanti negli organi di governo di base nel paese e specificatamente ha chiesto informazioni sulla quantità delle persone che avevano votato sino al momento nel collegio e che quanti ancora non avevano esercitato il loro diritto al voto.

Dopo il voto, il Generale d’Esercito ha conversato con i pionieri che custodivano le urne e coloro che aspettavano il loro turno per votare.

Raúl ha chiesto ai bambini che classe frequentavano, come andava la scuola, cosa volevano fare da grandi, quanto tempo stavano lì a custodire le urne e se sapevano quanti anni mancavano loro per poter votare.

Poi tra risate e scherzi si è fatto fotografare con loro. Andandosene Raúl ha chiacchierato anche con un gruppo di vicini del luogo che avevano già votato e lo aspettavano per salutarlo. (Traduzione GM – Granma Int.)