ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Secondo Fronte, Santiago di Cuba – Corone di fiori del Comandante in Capo Fidel Castro e del Generale d’Esercito Raúl Castro, dedicate agli Eroi e ai Martiri del Secondo Fronte Orientale Frank País, sono state poste nel Mausoleo eretto alla loro memoria a Loma de Mícara, per la commemorazione del 57º anniversario della fondazione di questo baluardo guerrigliero.

Omaggi nel 57º anniversario della fondazione del II Fronte Orientale Frank País, con le corone offerte da Fidel e Raúl, collocate davanti alla fiamma eterna che arde in memoria degli Eroi e dei Martiri del Secondo Fronte. Photo: Eduardo Palomares

Rispondendo alla strategia di Fidel di estendere la guerra ad altri territori, Raúl partì dalla Sierra Maestra al comando di 67 combattenti ribelli e, con altri 11, sommatisi nel tragitto, aperse ufficialmente l’11 marzo del 1958 a Piloto del Medio, il fronte di lotta che avrebbe coperto più di 12 000 chilometri quadrati.

In occasione di questa data, gli allievi della Scuola Militare Camilo Cienfuegos di Santiago di Cuba, selezionati per i loro risultati meritevoli, hanno realizzato con combattenti ribelli, pionieri e studenti, la cerimonia militare e la guardia d’onore effettuata a lato della fiamma eterna che perpetua la memoria dei caduti.

In maniera speciale è stato reso omaggio all’eroina della lotta clandestina e alla guerrigliera Vilma Espín Guillois, con fiori posti davanti alla lapide che custodisce i resti di colei che di fronte al pericolo che correva la sua vita per le strade di Santiago, continuò in questo fronte la lotta contro la dittatura di Batista.

Lázaro Expósito, primo segretario del Partito nella provincia; Reinaldo García, presidente del Governo nella provincia; il capo della Regione Militare, colonnello Ricardo Rigel, e le autorità del municipio hanno guidato l’omaggio che ha compreso canti e poesie su quegli avvenimenti.

Strutturato in sei colonne di guerriglieri, il Secondo Fronte fu scenario di circa 250 combattimenti che diedero un significativo apporto al trionfo della Rivoluzione e a numerose realizzazioni politiche, economiche e sociali che misero in evidenza le qualità di capo politico e militare dell’allora Comandante Raúl Castro.

Sorto in mezzo ai latifondi dell’epoca, dove un contadino poteva a malapena avere un’ umile capanna di foglie di palma, il municipio edificato dalla Rivoluzione ha dedicato a questa data i risultati realizzati nell’educazione dalle elementari all’università, nella salute pubblica, nel raccolto del caffè e nella produzione di alimenti.

(Traduzione GM - Granma Int)