ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

“Stiamo lavorando duramente per ottenere che il Congresso nordamericano elimini le restrizioni che impediscono lo scambio commerciale tra i due paesi e pensiamo che questo vincolo non dev’essere in una sola direzione, ma reciproco e che gli imprenditori cubani possano vendere i loro prodotti agli Stati Uniti”, ha spiegato.

La conferenza stampa degli agricoltori degli USA.

La dirigente della multinazionale Cargill guida una delegazione di circa cento importanti imprenditori agricoli statunitensi che realizzano una visita di quattro giorno a Cuba, per conoscere da vicino la realtà della nazione dei Caraibi, in rappresentazione della comunità degli affari agricoli di circa una ventina di Stati dell’Unione.

Michael Espy, ex segretario dell’Agricoltura durante l’amministrazione di William Clinton, ha riconosciuto che sarà molto difficile cambiare l’attuale status delle sanzioni contro Cuba, e che l’argomento fondamentale per farlo è l’affermazione del presidente Barack Obama che questa politica non ha funzionato negli ultimi 50 anni.

Poi ha aggiunto che la vicinanza dei due paesi costituisce un vantaggio per il commercio bilaterale anche se le attuali restrizioni ostacolano lo sviluppo di questo vincolo come, in particolare, gli obblighi delle entità cubane di pagare in contanti e la proibizione dei crediti all’Isola per le importazioni.

I visitatori sono stati ricevuti da funzionari dei ministeri delle Relazioni Estere e dell’ Agricoltura, del gruppo di imprese Azcub e dell’Associazione Nazionale dei Piccoli Agricoltori, da dirigenti di altre entità e di cooperative agricole e dell’allevamento del bestiame.

Come parte del programma che realizzeranno nell’Isola sino a domani, mercoledì 4, i membri della delegazione visiteranno zone agricole nelle province occidentali di Mayabeque, Artemisa e Pinar del Río.

In una dichiarazione a Prensa Latina, Baughner ha segnalato che la Usaac ha grande aspettative e vuole conoscere il lavoro dei cubani in tutte le produzioni dei campi e il funzionamento delle strutture del ramo.

Le delegazioni degli USA e di Cuba hanno realizzato il 27 febbraio il secondo incontro di conversazioni bilaterali, dopo la decisione di riannodare i vincoli diplomatici annunciata il 17 dicembre dal presidenti Raúl Castro e Barack Obama. (Traduzione GM – Granma Int.)