ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

La Centrale dei Lavoratori di  Cuba (CTC) convoca ad un processo assembleare in tutti i collettivi di lavoro, indirizzato a far sì che le amministrazioni informino ogni centro sulle cifre approvate nel piano dell’economia e del bilancio per il 2015.

Uomini al lavoro nella produzione di materiali della costruzione a Las Tunas. I Piani dell’Economia e del Bilancio del 2015 dirigeranno le risorse verso quelle attività che inducono alla ripresa dei settori fondamentali dell’economia e apportano alla catena di produzione. Photo: Pastor Batista

In una conferenza stampa effettuata ieri, mercoledì 14, Ulises Guilarte de Nacimiento, segretario generale della CTC, membro del Comitato Centrale del Partito e del Consiglio  di Stato, ha sottolineato che la convocazione ha un carattere decisamente politico ed è di contributo e mobilità.

Il proposito essenziale è che in ogni gruppo di lavoro, partendo da questa analisi delle cifre, si adotti l’impegno di mobilitazione di ognuno dei lavoratori cubani , per assicurare come contribuirà in forma diretta alla materializzazione pratica della crescita dell’economia nazionale.

Il leader sindacale ha parlato della crescita leggermente superiore al 4% che dovrà presentare il PIL nel 2015 ed ha segnalato che nella caratterizzazione di questo piano appaiono elementi che hanno una componente verso l’interno, riferito ai collettivi di lavoratori.

“Non sarà possibile realizzare una crescita del Piano senza la partecipazione,  come protagonisti dei collettivi di lavoratori nella loro capacità di utilizzare le riserve interne potenziali, che in termini di efficienza  noi, come sindacato, riconosciamo per la loro  esistenza nei gruppi di lavoro”, ha affermato Guilarte de Nacimiento, che ha anche informato che il Piano avrà la caratteristica di potenziare al massimo le riserve di efficienza interna che esistono nel sistema delle imprese cubane, e di dirigere le risorse verso quelle attività che inducono alla rianimazione dei settori fondamentali dell’ economia e apportano  alla catena di produzione.

“Per questo la CTC concede una vitale importanza alla preparazione dei dirigenti e delle amministrazioni, perchè devono avere la capacità di non presentare relazioni con numeri e cifre che ingozzano i lavoratori: si devono dare informazioni chiare e precise con argomenti credibili su dove sarà necessario realizzare un più forte sforzo nel lavoro.

È necessario che le persone comprendano che se si lavora di più si può guadagnare di più, e che questa è la direzione principale che persegue questo richiamo di mobilitazione”, ha terminato il dirigente sindacale (Traduzione GM - Granma Int.)