ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Camagüey - Miguel Díaz-Canel Bermúdez, membro del Burò Politico del Partito e primo vicepresidente dei Consigli di Stato e dei Ministri,  ha apprezzato  le realizzazioni, le sfide e le potenzialità di questa provincia nel recupero economico e nel consolidamento delle conquiste sociali della Rivoluzione.

Díaz-Canel ha parlato con Jesús Zamora Sánchez dei progetti e delle prospettive di sviluppo del Centro d’Ingegneria Genetica e Biotecnologia di Camagüey. Photo: Rivero, Otilio

In un’intensa giornata di lavoro, il dirigente politico ha visitato l’Università  di Camagüey “Ignacio Agramonte y Loynaz”, il cui rettore, Santiago Lajes Choy, lo ha informato sui risultati favorevoli del processo d’integrazione di tre delle istituzioni di livello superiore del territorio.  Frutto della fusione, che vuole utilizzare al massimo l’utilizzo delle risorse materiali e la forza docente, la nuova università comprende dieci facoltà e 44 indirizzi.

Il Primo Vicepresidente dei  Consigli di Stato e dei Ministri ha incitato ad adeguare le priorità della casa di alti studi ai nuovi scenari nei quali si svolge la vita del paese, e a socializzare l’esperienza con altre province, che d’ora in avanti dovranno realizzare un processo d’integrazione simile nelle loro università.

Jorge Luis Tapia Fonseca, primo segretario del Comitato Provinciale del Partito a Camagüey, e Isabel González Cárdenas, presidentessa dell’Assemblea del Potere Popolare locale, hanno accompagnato Díaz-Canel in un giro del aree di produzione e sviluppo del  Centro d’Ingegneria Genetica e Biotecnologia.

In un animato dialogo con Jesús Zamora Sánchez, il direttore del Centro, Díaz-Canel ha conosciuto i principali risultati scientifici e di produzione dall’inizio dell’integrazione, con l’applicazione conseguente del sistema “ a ciclo chiuso” e un’attiva e ben concepita gestione dell’esportazione.

Il dirigente politico ha mostrato un grande interesse per i passi avanti nell’ottenimento del vaccino terapeutico contro il cancro della prostata, in fase di studi  clinici per determinare la sua efficacia e l’impatto di altri medicinali gia presenti nel mercato.

Diaz Canel, informato sull’alta produzione della piccola comunità scientifica - di 128 lavoratori-  ha chiamato i suoi membri a continuare questo impegno per differenziare i prodotti e i mercati, e divenire una genuina impresa di alta tecnologia e in questo modo contribuire al consolidamento del prestigio della biotecnologia cubana.

La giornata di lavoro del Primo Vicepresidente dei Consigli di Stato e dei Ministri ha compreso una visita all’Accademia delle Arti “Vicentina de la Torre”, specializzata da 14 anni nell’insegnamento del balletto classico, del teatro e delle belle arti a bambini e  adolescenti della regione centro orientale del paese.

Nel suo percorso nella città capoluogo  della provincia, Camagüey, Díaz-Canel ha apprezzato la qualità delle opere che, a beneficio della popolazione, sono state realizzate a proposito del 500º  anniversario della “Villa de Santa María del Puerto del Príncipe”, com’era chiamata la città anticamente , come il Centro Ricreativo “Il lago dei sogni” e la detta “Strada dei Cinema”.

Inoltre ha parlato con vari dirigenti dei media  e con un gruppo di giornalisti del territorio, del ruolo della stampa nella società cubana di oggi e delle relazioni con le fonti d’informazione. (Granma /Traduzione GM - Granma Int.)