ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

“Il risultato di 191 voti a favore della risoluzione cubana contro il blocco e due sole astensioni sono un trionfo dell’eroica resistenza del popolo cubano. Il nostro popolo ha preso il potere da tempo e solo questo spiega la nostra presenza qui oggi. Siamo orgogliosi della nostra storia e della nostra cultura e non dimenticheremo mai il passato”, ha detto Bruno Rodríguez Parrilla. “Abbiamo già deciso il cammino verso il nostro futuro e non devieremo per canti di sirena. Non c’è forza al mondo che lo possa fare”, ha detto nel suo discorso nell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite prima della votazione della risoluzione cubana che reclama  l’eliminazione del blocco economico, commerciale e finanziario imposto a Cuba dagli Stati Uniti.
Stati Uniti e Israele astenuti nella votazione del blocco imposto a Cuba.
La rappresentante degli Stati Uniti, Samanta Power, ha annunciato che il suo paese si asterrà dalla votazione sulla necessità di porre fine al blocco applicato da Washington contro Cuba è la prima volta in 24 anni che gli USA cambiano il loro voto contrario.
 La risoluzione votata oggi è un perfetto esempio di perchè la politica degli Stati Uniti contro Cuba non ha funzionato. Dopo 50 anni di tentativi d’isolare Cuba, questo non è avvenuto. Al contrario, come dimostrano queste votazioni nella ONU, sono stati isolati gli Stati Uniti.
“Il presidente Obama ha deciso d’abbandonare il cammino dell’isolamento e iniziare la rotta del dialogo, perchè  i due paesi hanno ristabilito le relazioni diplomatiche e aperto le ambasciate. Il presidente nordamericano ha cambiato alcuni aspetti del blocco, ma il grosso delle politiche d’aggressione si mantiene in piedi e la  Casa Bianca conserva facoltà per continuare a trasformare l’applicazione pratica del blocco” ha detto l’ambasciatrice.
“Astenersi in questa risoluzione non significa che gli USA sono d’accordo con tutte le politiche applicate da Cuba, ma riconosciamo che nella nostra storia ci sono motivi per avere relazioni e riconosciamo le aree in cui il governo cubano ha avuto molto successo”, ha aggiunto ancora  Samantha Power, parlando nel dibattito che ha preceduto la storica votazione.( Traduzione GM - Granma Int.)