ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Prensa Latina

Con il reclamo dell’eliminazione del blocco economico, commerciale e finanziario del Governo degli Stata Uniti contro Cuba, si sono incrementate le azioni di solidarietà con l’Isola.
L’esortazione è stata firmata da organizzazioni di solidarietà,  partiti politici, sindacati, associazioni di cubani residenti nella penisola, gruppi giovanili, circoli d’amicizia, rappresentanti del corpo diplomatico dei paesi dell’ALBA accreditati a Roma e personalità di differenti settori sociali.
Il documento esige il rispetto del 24 Risoluzioni adottate dalla comunità internazionale nell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, nelle quali si domanda di porre fine a questa irrazionale e genocida politica.
 Si riconoscono i passi avanti realizzati in materia diplomatica e di cooperazione,  oltre alle firme di accordi tra Cuba e gli USA su questioni che possono apportare benefici alle due nazioni e a tutto l’emisfero nell’anno trascorso dal ristabilimento delle relazioni diplomatiche tra i due paesi vicini.
Questi passi avanti, dice il documento, sono positivi, ma insufficienti partendo dalle ampie facoltà esecutive del presidente Obama per demolire in modo concreto la politica del blocco.
Questo richiamo si unisce ad altre azioni realizzate a favore dell’eliminazione del blocco, tra le quali quella realizzata nell’Ambasciata di CUba con la partecipazione di una nutrita rappresentanza di organizzazioni e personalità di differenti settori, includendo i diplomatici dei paesi dell’ALBA.
“Il blocco degli Stati Uniti contro Cuba segue intatto”, ha detto l’ambasciatrice presso lo Stato italiano, Alba Soto, che ha portato esempi di come si manifesta questa politica del governo statunitense nella pratica.
La diplomatica ha denunciato l’extra territorialità delle leggi nelle quali si basa il blocco, riflessa nell’imposizione di multe di milioni alle banche e ad altre istituzioni che mantengono relazioni con Cuba e alla persecuzione delle transazioni finanziarie internazionali dell’Isola. ( Traduzione GM – Granma Int.)