ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Ismael Francisco

Cuba continuerà a lavorare dalla presidenza del Consiglio dei Ministri dall’ Associazione degli Stati dei Caraibi per unire volontà di fronte alle sfide collettive , ha asicurato oggi sabato 4 giugno, il Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, Generale d’Esercito, Raúl Castro Ruz, al termine del VII Vertuice del meccanismo regionale

Cumbre del mecanismo regionale.

Prima d’iniziare il suo intervento, il Presidente cubano ha inviato le sue condoglianze alla famiglia del campione di pugilato Mohamed Alí, che è morto oggi ed ha esteso il saluto alla comunità afroamericana delgi USA per la quale lo sportivo ha sempre lottato.

Inoltre ha ricordato l’amicizia di Alì con il leader della Rivoluzione Fidel Castro.

Tornando al Vertice ha segnalato che l’Associazione fondata nel 1994 è stata creata per unire tutta la famiglia dei Caraibi ed ha riconosciuto il contributo di tutti i suoi membri, come di coloro che si sono incorporati.

Questo dimostra l’interesse che suscitano i Caraibi, ha indicato il capo di Stato. In un altro momento ha detto che la Dichiarazione de L’Avana e il Piano d’Azione 2016-2018 con i dibattiti della giornata hanno dimostrato la capacità di trattare temi essenziali dei nostri popoli, una questione che a suo giudizio è imprescindibile per continuare ad avanzare in materia di cooperazione.

Il Vertice che si conclude oggi dimostra la capacità della nostra regione di dialogae e affrontare posizioni sui probemi e le sfide comuni che affrontiamo e per perseverare nella ricerca di soluzioni agli stessi, adattando le condizioni, le necessità e le priorità dell’area, ha assicurato.

Il Generale d’Esercito ha segnalato ugualmente che la pace, la stabilità, la difesa degli interessi dei nostri popoli e l’esercizio della sovranità e l’auto determinazionee senza ingerenze esterne sono essenziali per avanzare nelle mete di cooperazione tracciate.

La congiuntura ci obbliga a chiederci come consolidare le conquiste, ha detto, allarmando che la nuova ondata neoliberista che vive la regione ci impedirà di compiere i nostri obiettivi d’integrazione, che abbiamo fissato.

Il Presidente cubano ha sottolineato che questa ondata neoliberista rappresenta la distruzione delle politiche sociali inclusive e significa un aumento della povertà, della disuguaglianza, della mancanza di regole di mercato e la diminuzione del ruolo dello Stato.

In un altro momento ha segnalato l’apporto di Alfonso Múnera al fronte della Segretaria Generale.

Da agosto questo sforzo sarà guidato dall’amabasciatrice June Soomerm, che felicitiamo di nuovo, ha aggiunto Raúl.