ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Il turismo cubano cresce, un’affermazione dimostrata dai più di tre milioni di visitatori di tutto il mondo che sono giunti nell’Isola nel 2014, molto interessati alla gastronomia nazionale.

Gli esperti considerano che uno dei motivi di viaggio per le persone in qualsiasi paese consiste nel comprendere la culinaria di altri luoghi e includere nuovi sapori nel proprio repertorio personale.

Esistono luoghi emblematici per questo scopo, come’è il caso del Floridita, a L’Avana,   molto associato all’immagine dello scrittore nordamericano Ernest Hemingway, e nell’attualità uno dei ristoranti con le migliori ricette sia di gastronomia che di cocktails.

Noto come La Piña de Plata alle sue origini, il bar-ristorante Floridita aperse i battenti il 7 luglio del 1817 ed oggi vuole entrate nella categoria dei “Cinque Forchette” per situarsi tra i migliori del mondo.

La sua celebrità si basa su diversi elementi e soprattutto nella qualità del servizio e nel gran numero di visitatori dei cinque continenti dalla sua apertura, per cui la rivista statunitense Esquire lo incluse nel 1953 tra i sette bar migliori del mondo.

Situato al numero 557 di calle Obispo, alle porte de L’Avana Vecchia, è un ristorante visitato da celebrità e nei suoi saloni con specialità di crostacei e una buona carta di sigari Habanos, sono passati Paco Rabanne, Naomi Campbell, Matt Dillon, Kate Mosse, Dany Glober, Jack

Nicholson, Fito Páez e Jean Paul Belmondo, Zucchero, tra i tantissimi famosi (Frammento / Traduzione GM - Granma Int.)