ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Morales ha affermato che i dati del Banco Mondiale indicano che il paese mostra un indice di crescita al disopra del 4%

Il presidente della Bolivia, Evo Morales, ha assicurato che il suo paese occupa il primo luogo nella crescita economica in America Latina e il secondo in tutto il continente.
Morales ha affermato che i dati del Banco Mondiale indicano che il paese mostra un indice di crescita al disopra del 4% e che questo potrebbe raggiungere i 5% nel 2019, grazie alle misure economiche e agli investimenti stranieri  impulsati dal suo governo.
«Il BM nuovamente dice che la Bolivia ha avuto una crescita de 4% ed è prima nuovamente in America del Sud e la seconda in tutta l’America con una crescita economica continuata», ha affermato  Morales durante inaugurazione di un centro educativo nello stato di Panco.
Il mandatario boliviano ha segnalato l’importanza di continuare a fomentare le politiche di governo comprese in un «modello economico sociale» utilizzando l’industrializzazione delle risorse naturali a favore dell’evoluzione del popolo boliviano e delle generazioni emergenti.
«Prima era tutta una lotta, tutta una marcia  (...) per cambiare questo modello economico di saccheggio permanente delle nostre risorse  naturali; l’economia era nelle mani degli stranieri e noi abbiamo deciso come recuperarla. Grazie alla lotta abbiamo nazionalizzato e adesso superiamo records in economia », ha spiegato Morales, ed ha lamentato che altre nazioni della regione non siano riuscite ad avanzare nello sviluppo sociale, nella disuguaglianza e in particolare il Brasile e l’Argentina, paesi dove oggi ci sono governi d’estrema destra che insistono nell’instaurare politiche neoliberali.
«Loro privatizzano e noi nazionalizziamo, questa è la nostra differenza (...) La Bolivia è rispettata perchè ha smesso di mendicare. Prima non ci concedevano prestiti e adesso ci chiedono denaro», ha concluso Morales.
In accordo con il BM, lo sviluppo economico della Bolivia è uno dei più significativi della regione ed è come quello di paesi con grandi attività commerciali, come Panama.
La nazione delle Ande occupa il secondo posto, con l’indice più alto dopo
la Repubblica Dominicana con il 5,8 %,  la seconda economia più stabile in America  Latina. (Telesur/ GM – Granma Int.)