ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

DILI.– Il ministro agli Affari Stranieri e la Cooperazione di Timor Leste, Aurelio Guterres, ha espresso la sua solidarietà con il popolo e il governo cubani ed ha condannato il blocco economico, commerciale e finanziario imposto da più di mezzo secolo dagli Stati Uniti a Cuba.

In una lettera indirizzata al Ministro delle Relazioni Estere dell’Isola, Bruno Rodríguez Parrilla, il titolare ha sostenuto che come membro dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, Timor Leste avverte la necessità di terminare con questa politica, per salvaguardare i diritti dei cubani e l’accesso ai beni necessari per la loro vita.

«Come mostra dei principi di reciprocità e delle buone relazioni, Timor Leste manifesta il suo appoggio al popolo e si oppone al blocco del governo statunitense», ha aggiunto.

L’anno scorso, per la ventiseiesima volta consecutiva, nelle Nazioni Unite si è domandata l’eliminazione dell’assedio applicato da Washington all’Isola da più di mezzo secolo, che costituisce il più forte ostacolo allo sviluppo in generale di tutte le potenzialità dell’economia dell’Isola.

Con 191 voti a favore e due contrari (USA e Israele) e nessuna astensione, la comunità internazionale si è pronunciata in appoggio alla causa cubana. ( Traduzione GM - Granma Int.)