ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha comunicato che è stata presa la decisione ieri giovedì 11, d’abbandonare l’Organizzazione della ONU per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (Unesco) per  via dell’inclinazione anti israeliana di questo organismo.  
Il ritiro ufficiale si effettuerá il 31 dicembre del 2018, ha informato ancora  il Dipartimento di Stato statunitense, indicando che la decisione d’abbandonare questa agenzia si deve anche alla mancanza del pagamento dei contributi dei paesi membri della Unesco, alla necessità di riformare l’organizzazione e l’inclinazione anti israeliana dell’organismo.
Funzionari del Dipartimento di Stato hanno anche chiarito che Washington ha preso la decisione  dopo una lunga disputa  nella UNESCO sull’entrata della  Palestina come Stato membro.
Dopo il 31 dicembre del prossimo anno gli USA manterranno il loro status di paese osservatore in questo organismo internazionale.
Nel 2011, gli Stati Uniti avevano cancellato il loro contributo al bilancio della Unesco per protestare contro la decisione di assegnare alla Palestina lo status pieno di membro.
La direttrice  generale di questa agenzia della ONU, Irina Bokova, ha lamentato la decisione  presa dal paese nordamericano.
Il presidente statunitense, Donald Trump, ha criticato in reiterate occasioni le Nazioni Unite in generale, lamentandosi  del costo che rappresentano per  il suo paese alcune delle loro istituzioni affiliate. (Traduzione GM – Granma Int.)