ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Pablo Neruda Photo: Archivo

Santiago del Cile.– Un gruppo  internazionale d’investigatori presenterà in Cile le conclusioni sulle cause della morte del Premio Nobel di Letteratura.
Una fonte autorizzata ha informato Prensa Latina e l’avvocato Rodolfo Reyes Muñoz, nipote  di Neruda, ha anticipato che il Gruppo di Esperti   Genomico-Proteomico si riunirà in Santiago del Chile dal 16 al 20 ottobre  prossimi per offrire i loro criteri al giudice del caso, Mario  Carroza.
«Al margine del sospetto che mio zio sia stato assassinato con lo stafilococco aureo, sembrano esistere elementi di altri batteri che provocarono la sua morte con l’aiuto di terzi   (agenti della dittatura di Augusto Pinochet)» ha commentato.  
In una nota Prensa Latina informa che la Corte d’Appello di Santiago del Cile  ha sottolineato che il tribunale «farà giurare il segreto di sigillo all’inizio dell’incontro senza trascurare la più stretta riserva d’informazione che si deve osservare ».
I 16 scienziati che parteciperanno a questo trascendentale incontro provengono dagli Stati Uniti, Spagna, Canada, Francia, Danimarca e Cile che staranno in sessione da lunedì a giovedì  e venerdì 20 ottobre daranno le loro conclusioni.  
44 anni fa, il 23 settembre del 1973, l autore di Venti poesie d’amore e una canzone  disperata morì nella clinica  Santa María della capitale cilena, con un referto che attribuiva il decesso al cancro alla prostata.  
Il più importante eroe anonimo di questa storia, Manuel Araya , autista e aiutante personale di Neruda fu il detonante sostenendo tra le sue opinioni che il prolifico scrittore e militante comunista era stato assassinato dalla dittatura.
Alla fine del 2015, il Ministero degli Interni del  Governo del Cile aveva ammesso per la prima volta che elementi incontrati nell’investigazione realizzata da specialisti  lasciavano intravedere la possibilità che la morte del poeta avvenne con l’aiuto di terzi.  
L’avvocato querelante principale nel caso, Eduardo Contreras, ha confidato a Prensa Latina  le coincidenze nei  decessi di Neruda e 11 anni dopo dell’ex presidente Eduardo Frei Montalva.
Recentemente, il ministro in visita speciale, Alejandro Madrid, ha dettato un’ accusa contro sei processi per la morte di Frei Montalva, ratificando in questo modo gli indizi svelati dai suoi  familiari e dagli intimi, che segnalavano il crimine. ( PL/ Traduzione GM – Granma Int.)