ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

MANAGUA.— Il primo vicepresidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, ha affermato che il Nicaragua potrà sempre contare in assoluto con l’appoggio, l’amicizia, la solidarietà della nazione dei Caraibi.
«Siamo portatori di un abbraccio solidale e rivoluzionario del governo e del popolo cubano», ha detto Díaz Canel al suo arrivo in Nicaragua per
partecipare alle celebrazioni del  38º anniversario della Rivoluzione Popolare Sandinista.
Poi ha riferito il saluto del presidente cubano Raúl Castro al suo omologo Daniel Ortega e alla vicepresidente Rosario Murillo, che con il  Fronte Sandinista di Liberazione  Nazionale lottano per sradicare la povertà in Nicaragua.
Il dirigente cubano ha indicato che il Nicaragua vive giorni intensi  di riaffermazione e lotta rivoluzionaria, dopo lo svolgimento del XXIII Forum di Sao Paulo, un importante spazio di dibattito politico nel quale la sinistra
latinoamericana ha tracciato strategie comuni per affrontare il neoliberismo.
«È molto significativo, in un momento tanto trascendentale, poter esprimere al popolo nicaraguense i nostri auguri e ratificare ancora una volta che può  contare, senza condizione alcuna e per sempre, sull’appoggio, l’amicizia e la solidarietà del popolo cubano», ha affermato il dirigente dell’Isola.
Al suo arrivo all’aeroporto Augusto C. Sandino di Managua, il vice presidente cubano è stato ricevuto dal cancelliere nicaraguense Denis Moncada e da altre autorità del paese centroamericano.  (Traduzione GM- Granma Int.)