ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Terremoto in Guatemala Photo: Russia Today

Il Servizio Geologico degli Stati Uniti (USGS) ha informato che un terremoto forza 6.9 nella scala  Richter è stato registrato ieri, mercoledì 14,  con epicentro nella regione di San Marcos, a ovest del Guatemala, vicino alla  frontiera con lo stato messicano del Chiapas.
L’epicentro del terremoto si è ubicato a tre chilometri dalla località di San Pablo, in Guatemala, e l’ipocentro a una profondità di 98 chilometri,  ha riportato la catena multi-statale Telesur.
Secondo le stime del USGS, si tratta di un movimento tellurico di forte intensità che ha potuto generare danni di carattere leggero. Per il momento, non sono state generate allerte per pericoli di  tsunami.
Le autorità del  Guatemala hanno informato che il terremoto è stato registrato all’alba con una forza di 6,6.
Il sisma si è sentito in vari punti del Guatemala e, secondo i media locali ha provocato interruzioni della corrente elettrica in alcune aree, come in provincia di Quetzaltenango.
Nell’area di frontiera con il Messico  è stata registrata una replica di forza  5,6, a 76 chilometri di profondità, a una distanza di 59 Km. dal capoluogo dipartimentale di  San Marcos.
Il presidente guatemalteco, Jimmy Morales, ha chiesto attraverso le reti sociali «di mantenere la calma» e stare attenti a possibili repliche, opinione condivisa da altre autorità, come la Polizia Nazionale Civile - PNC - o la Coordinatrice Nazionale per la Riduzione dei Disastri  (Conred).
Il Guatemala, è il quarto paese del mondo a rischio per le minacce naturali, ed è una nazione altamente sismica che nel 2016 ha ricordato  il 40º anniversario del terremoto che nel 1976 provocò la morte di 23.000 persone e distrusse quasi un terzo del suo territorio. (Traduzione GM - Granma Int.)