ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

GINEVRA.–L’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) ha consegnato venerdì 26 il Premio di Salute Pubblica in Memoria del Dr. Lee Jong-wook al contingente medico cubano Henry Reeve, come riconoscimento del suo lavoro nell’affrontare i disastri naturali e le gravi epidemie.
Durante la sua 70ª Assemblea Mondiale, la OMS ha consegnato il premio, che è stato ricevuto dal dottor Félix Báez Sarría, membro della brigata, e dal ministro di Salute Pubblica di Cuba, Roberto Morales.
Prensa Latina ha informato che il ministro cubano di Salute Pubblica, Roberto Morales, ha sottolineato nella cerimonia che il lavoro del contingente costituisce un’alta espressione d’altruismo.
«In questi 11 anni di lavoro,  7.491 professionisti della salute preparati per questo tipo di missioni, hanno assistito più di tre milioni 500.000 persone ed hanno salvato la vita a più di 80.000», ha precisato.
Il Ministro ha ricordato gli inizi di questo gruppo internazionalista, costituito il 19 settembre del 2005 dal leader storico della Rivoluzione Cubana, Fidel Castro, quando l’uragano Katrina provocò enormi danni nel sud degli Stati Uniti.
«Cuba aveva offerto in forma immediata il suo aiuto per assistere le vittime a New Orleans, ma non fu accettato», ha ricordato  Morales.
«Quella fu l’origine di quel contingente, che è stato presente in 21 paesi con 24 brigate mediche. La più recente presta servizio dal mese di marzo al popolo del Perù nella zona di Piura, colpita da piogge torrenziali», ha informato ancora.
Ringraziando, il funzionario ha aggiunto che: «Cuba riceve il premio come un riconoscimento ai 350.000 lavoratori della salute pubblica che hanno realizzato missioni internazionaliste in tutti i paesi che lo necessitavano come espressione della vocazione umanista e solidale del nostro popolo».
Il Consiglio Esecutivo della OMS ha deciso all’unanimità di assegnare il premio al contingente Henry Reeve, per il lavoro realizzato in numerosi paesi del mondo colpiti da disastri naturali e per il lavoro di 250 specialisti in nazioni africane durante la pericolosa epidemia di Ebola ( Traduzione GM - Granma Int.)