ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Estudio Revolución

Bruno Rodríguez, ha affermato sabato 4 che, anche se l’America Latina si trova in grave pericolo per l’esecuzione di un’agenda neo liberista contro di lei, andrà avanti con il legato di Fidel Castro e di Hugo Chávez.

Dall’aeroporto Internazionale Simón Bolívar de Maiquetía, nello stato Vargas, ha assicurato che “i due leaders politici sono presenti e si sentono nella lotta dei nostri popoli, e rappresentano una pietra miliare nell’epoca in cui si riaprono le lotte di Nuestra America.

Il diplomatico ha denunciato che l’America Latina è vittima di nuove e grandi minacce contro l’indipendenza e la sovranità dei popoli attraverso la manipolazione tecnologica e le campagne mediatiche che a suo giudizio si ordiscono contro le nazioni sovrane.

Riferendosi al XIV Vertice Straordinario, l’Alleanza Bolivariana per i Popoli di Nuestra America, Trattato di Commercio dei Popoli - (Alba-TCP) - installato ieri, domenica 5 a Caracas, ha indicato che non è un fatto casuale che si realizzi nella capitale del Venezuela, perché è un appoggio diretto e preciso al Venezuela di fronte alle sanzioni arbitrarie degli Stati Uniti.

Questa è una risposta alle pretese dell’Organizzazione degli Stati Americani - OSA - che se dovesse applicare la clausola, lo dovrebbe fare a se stessa espellendo il suo segretario generale (Luis Almagro) che serve gli interessi imperialisti.

Bruno Rodríguez ha anche segnalato che il Vertice dell’Alba - TCP prevede d’inviare un messaggio di forza e unità di fronte alle cause che danneggiano l’America Latina. ( Traduzione GM – Granma Int.)