ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Archivo

Solo otto persone, e tutti uomini, hanno tanta ricchezza come la metà più povera della popolazione del pianeta, ha informato l’organizzazione non governativa Oxfam in una relazione che chiede di limitare i benefici per le cupole.
La relazione è stata presentata dopo che i multimilionari si sono riuniti per la riunione annuale del Foro Economico Mondiale in Davos,  e suggerisce che la nuova breccia tra ricchi e poveri è più grande che mai dopo l’incorporazione di nuove cifre di Cuba e India che suggeriscono che la metà più povera del mondo possiede meno di quanto si era calcolato.
Nel 2010 era necessaria la ricchezza di 43 persone per uguagliare quella del 50 per cento più povera del pianeta, secondo  i calcoli  più recenti.
La disuguaglianza è un tema che ha guadagnato notorietà negli anni più recenti  ed anche il Papa e il Fondo Monetario Internazionale hanno avvertito dei suoi effetti nocivi in un momento in cui il risentimento con le cupole ha aiutato a
rinforzare il populismo in politica.
"Si conversa molto su questo tema e certamente con più ímpeto per la vittoria del Brexit e (Donald) Trump-, ma non ci sono alternative concrete da seguire con le cose come sono adesso", ha detto Max Lawson, il capo della política pubblica della Oxfam.
"Ci sono varie  maniere per portare avanti il capitalismo e possono essere molte, ma in modo molto più benefico per la maggioranza delle persone”, ha aggiunto.
La Oxfam realizza  i suoi calcoli  con le cifre della banca svizzera Credit Suisse e della rivista Forbes.
Le otto persone citate nella relazione sono Bill Gates, il fondatore di Inditex Amancio Ortega, l’investitore  Warren Buffett, il messicano Carlos Slim, il capo di Amazon Jeff Bezosm, il creatore di Facebook Mark Zuckerberg, Larry Ellison di Oracle Larry Ellison e l’ex sindaco  di Nuova York Michael Bloomberg.  (Reuters – Granma).