ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Leaders di tutto il mondo hanno inviato le loro condoglianze all’ex presidente brasiliano, Luiz Inácio Lula da Silva, per la scomparsa della moglie Marisa Leticia Rocco. Foto: Quotidiano Folha de Sao Paulo

Molti leaders del mondo hanno inviato le loro condoglianze all’ex presidente Lula per la morte della moglie
Il Presidente cubano Raúl Castro Ruz a sua volta  ha inviato a  Lula e alla sua famiglia un messaggio d’affettuosa solidarietà e sentite condoglianze per la scomparsa fisica delle ex prima dama del gigante sudamericano.
“Posso comprendere come ti senti. Ricevi a nome del popolo, del governo di Cuba e a mio nome la nostra affettuosa solidarietà e le più sentite condoglianze che invio anche alla tua famiglia”, ha scritto Raúl all’ex presidente nel suo messaggio.
Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro,  ha pubblicato nel suo spazio della rete sociale Twitter,  che in una  conversazione telefonica con Lula, gli ha trasmesso le sue condoglianze e la sua solidarietà di fronte alla morte di sua moglie.
Evo Morales, presidente della Bolivia, ha inviato un messaggio d’appoggio  “al fratello Lula per la scomparsa di sua moglie. Oggi e sempre con te. Forza!2” ha scritto Morales in Twitter.
Il presidente del Nicaragua, Daniel Ortega, e la vicepresidente, Rosario Murillo, hanno inviato a Lula “l’abbraccio amoroso e solidale della loro famiglia e del popolo del Nicaragua, in questo momento profondamente triste per la scomparsa di Donna Marisa”.
“Sentiamo profondamente il tuo dolore, quello della tua famiglia,  lo condividiamo nella presenza di vita e resurrezione e come tutti nel mondo ti ammiriamo e ti amiamo”, hanno assicurato  Daniel Ortega e Rosario Murillo.
La ex presidente brasiliana  Dilma Rousseff (2011-2016), ha  lamentato la morte di Marisa Leticia, la moglie del suo predecessore e padrino  politico Lula da Silva ed ha assicurato che: “Oggi è un giorno triste per tutti noi che abbiamo conosciuto e ammirato Donna Marisa (…) lei è stata alla base per far sì che Lula potesse dedicarsi corpo e anima alla lotta per la costruzione di un Brasile più giusto, solidale e meno disuguale.
“Immagino che il suo dolore ora è insopportabile”, ha assicurato Dilma  nelle reti sociali, ma ha anche espresso la sua certezza che Lula saprà superare questo difficile momento.
“Stiamo uniti presidente Lula, adesso e sempre”, ha concluso. ( Traduzione GM - Granma Int.)