ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
L’ex presidente del Brasile Luiz Inácio Lula da Silva. Photo: EFE

Sao Paulo – L’ex presidente brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva ha detto che si sta preparando per recuperare il paese e in questa forma riportarlo su una strada di crescita e ottimismo, ha informato  Notimex.
In un discorso pronunciato a Sao Bernardo do Campo, una città industriale alla periferia di  Sao Paulo, nella quale Lula consolidò decenni fa la sua figura d’influente sindacalista, l’ex mandatario è tornato per parlare della possibilità di presentarsi alle prossime elezioni presidenziali.
“Solo chi ha fatto nel passato può usare il suo legato, ma non per ripetere quello che ha già fatto, ma per proporre una cosa nuova”, ha detto parlando ai lavoratori del settore metallurgico brasiliano.
Lula, vestito di nero, ha parlato più di un’ora, ha scherzato sulla sua forma e si è riferito alla crisi che il Brasile sta vivendo e che, secondo lui, si deve all’assenza  di un governo eletto nelle urne.
“Si ottiene credibilità solo con qualcuno eletto con il mandato del popolo. Non sperate che Temer faccia qualcosa di quello che voi desiderate. Lui non ha fatto il colpo per fare quello che voi volete: lo ha fatto esattamente per fare quello che voi non volete”,  ha accusato Lula riferendosi al presidente Michel Temer, giunto al potere dopo la destituzione di Dilma Roussef, dopo un discutibile processo politico.
“La lotta in questo momento è più politica, nel senso che ci deve far comprendere alla società quello che sta succedendo”, ha segnalato ed ha chiesto la mobilitazione per affrontare l’attuale processo di tagli dei diritti sociali e in particolare nel sistema delle pensioni.
“È ora di gridare”, ha suggerito Lula, la cui formazione, il Partito dei Lavoratori-  PT - ha in programma la sua candidatura presidenziale tra aprile e giugno di quest’anno.  (Notimex / Traduzione GM – Granma Int.)