ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

L’uso della marihuana con fini medicinali è stato approvato dal Senato del Messico e ha dato così  facoltà alla Segreteria di Salute di disegnare ed eseguire le politiche pubbliche per regolare l’uso dei prodotti medicinali derivati dalla
cannabis.
La CNN ha informato che il progetto ha ottenuto 98 voti a favore,  sette contrari e un’astensione, per cui la disposizione ora passa alla Camera dei Deputati, dove sarà discussa, modificata o approvata.
Stabilite le regole, i prodotti che contengono concentrazione del 1% o meno di THC,  (l’ingrediente psicoattivo della marihuana) potranno essere commerciatai o esportati e importati, secondo le regole.
Il documento emesso dal legislativo messicano  dice che non si puniranno la semina, la coltivazione e il raccolto di piante  di marihuana quando queste attività avranno come finalità temi medici e scientifici nel rispetto della legislazione emessa dalla Segreteria di Salute.
Francisco Salvador López Brito, presidente della Commissione di Salute,ha spiegato che una volta terminata la tappa dell’investigazione scientifica per l’implementazione dei prodotti medicinali di marihuana, si permetterà la produzione nazionale.
“È stato dimostrato che l’uso terapeutico di  questa pianta può coadiuvare nel trattamento di 40 malattie”, ha detto il senatore López Brito.
Come si legge nel Codice di Salute che regola il consumo di droga, la legge messicana riformata durante il governo dell’ex presidente Felipe Calderón permette il possesso di piccole quantità di droga per consumo personale e  non per la vendita.
Il codice di salute permette il possesso di 5 grammi, come massimo, di   marihuana,  50 milligrammi di cocaina e 40 milligrammi di metanfetamine, tra l’altro.
Il consumo ricreativo della marihuana  è sempre illegale, anche se la Corte Suprema di Giustizia della nazione ha autorizzato nel novembre scorso, l’uso e la coltivazione di  marihuana con fini di autoconsumo e  ricreazione a quattro persone che lo hanno richiesto. ( Traduzione GM – Granma Int.)