ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

La Centrale dei lavoratori del Brasile (CTB) ha ringraziato il Governo Rivoluzionario della Repubblica di Cuba per la sue energica condanna del Colpo di Stato parlamentare - giudiziario perpetrato contro la legittima presidente del paese, Dilma Rousseff.

Il messaggio della CTB è relazionato alla dichiarazione di condanna di questo fatto, pubblicata dal quotidiano Granma, che ha avuto ripercussioni nei lavoratori e nei movimenti progressisti e sociali del paese sudamericano e dell’America Latina.

Nella comunicazione dell’organizzaione operaia del Brasile, ricevuta nella Centrale dei Lavoratori di Cuba, si segnalano i validi e indiscutibili argomenti con i quali Cuba difende davanti al mondo i governi di Lula da Silva e Dilma Rousseff e denuncia i veri obiettivi dei golpisti, appoggiati dall’imperialismo.

Il Fronte Popolare del Brasile ha chiamato le forze progressiste e popolari di questo paese e del mondo ad unirsi e mobilitarsi nella battaglia di fronte alla coalizione anti democratica che ha provocatao l’allontanamento di Dilma Roussef.

È giunta a L’’Avana la dichiarazione della Centrale Nazionale dei Lavoratori di Panamá (CNTP), nella quale l’organizzaione sindacale di questo paese si pronuncia contro la determinazione di un gruppo di corrotti parlamantari brasiliani di separare la presidente dal suo governo.

Da Cuba, l’Incontro Sindacale Nuestra America - ESNA - ha condannato il carattere anti democrático delle isituzioni borghesi del Brasile ed ha chiamato ad una Giornata Continentale per la democrazia e contro il neoliberismo per il 4 novembre prossimo.

La CTC ha ratificato alla Centrale dei Lavoratori del Brasile l’appoggio solidale al movimiento sindcale della sisnistra e al Partito dei Lavoratori del Brasile, che affrontano i violatori della democrazia che pretendono di privitizzare le ricchezze del popolo per favorire quelle delle multinazionali. ( Traduzione GM – Granma Int.)