ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Yahir Muñoz, viceministro venezuelano alle Relazioni Interne, Giustizia e Pace

Caracas - Le autorità del Venezuela continuano oggi e in tutto il paese un processo di distruzione delle armi da fuoco con l’obiettivo d’incrementare gli spazi di pace di questa nazione sudamericana.

Durante la più recente operazione, realizzata come parte delle attività della Settimana Internazionale per il Disarmo, sono state distrutte 2826 armi.

Secondo Yahir Muñoz, viceministro venezuelano alle Relazioni Interne, Giustizia e Pace, la distruzione è stata realizzata in maniera simultanea in 22 delle 24 entità amministrative del paese.

“Una parte delle armi distrutte è materiale sequestrato dalle forze di sicurezza e l’altra consegnata volontariamente da cittadini che vogliono la pace”, ha detto.

Le autorità del Venezuela hanno iniziato il Piano di Disarmo nel 2013, per contribuire alla prevenzione dei delitti e alla diminuzione della violenza.

I dati del Governo indicano che da gennaio a settembre del 2015 sono state distrutte in Venezuela 15.160 armi da fuoco. ( Traduzione GM – Granma Int.)