ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
XVI Festival dei Documentari Santiago Álvarez Photo: Cubadebate

Da ieri giovedì 15 marzo e sino a mercoledì 21, si realizza a Santiago di Cuba, il XVI Festival Internazionale dei Documentari  Santiago Álvarez in Memoriam, per potenziare l’apprezzamento del genere e la creazione, partendo dal dialogo sulla sua storia, le attuali tendenze e le prospettive.
L’Agenzia Cubana di Notizie (ACN), ha informato che una ventina di opere d¡ varie nazioni: Cile, Messico, Venezuela Spagna, Stati Uniti, Puerto Rico, e del paese anfitrione, competeranno nel concorso che stavolta si dedica alla cinematografia africana e a personalità della cultura cubana.
Il pittore Eduardo Roca (Choco), Premio Nazionale delle Belle Arti  2017; la Dottoressa Martha Cordiés, direttrice del Centro Culturale Africano Fernando Ortiz; la poetessa Nancy Morejón, Premio Nazionale di Letteratura 2001 e Daniel Diez, direttore-fondatore della Televisione Serrana, riceveranno omaggi nel Festival.
Pellicole sul’Africa con la regia di notevoli figure della settima arte, come José Salvador Massip (1926-2014) e lo stesso  Santiago Álvarez (1919-1998), si presenteranno nel festival, che metterà in luce un genere di resistenza che storicamente ha riflesso realtà taciute dai grandi media, soggetti agli interessi egemonici.
Conferenze di noti investigatori, scrittori e critici di cinema nazionali e stranieri, note informative, attività culturali, presentazioni di libri  sono alcune delle  molte azioni che fanno parte del programma del Festival che avrà come sede principale il cinema Cuba e il Centro Culturale Cinematografico Turquino, di El Cobre.
La centrale piazza  Aguilera e il Museo dell’Immagine Bernabé Muñiz Guibernau, di Santiaago, accoglieranno il Festival, le cui mostre  cinematografiche giungeranno anche a centri d’educazione superiore: le Università di Scienze Mediche e l’Università d’Oriente.
La ACN  conclude la sua informazione dicendo che nuovamente Santiago di Cuba si vestirà di gala per  godere del buon cinema e ricordare l’impronta di Santiago Álvarez, artefice di films  memorabili come /Ciclón/, /Now/ e /Hanoi martedì 13/ che fu creatore del Giornale ICAIC Latinoamericano, e rinnovatore dell’estetica del documentario nella regione, soprattutto per la convergenza tra cinema e giornalismo ( GM - Granma Int.)