ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Lo scrittore, poeta, saggista e filosofo francese Paul Valery e la letteratura francese, sono stati i temi discussi nella prima sessione del Forum letterario della 26ª Fiera Internazionale del Libro realizzata in Cuba.

La Sala Villena dell’Unione degli Scrittori e degli Artisti di Cuba - UNEAC - è la sede del Forum che terminerà oggi, 16 febbraio.

A un centinaio d’anni dalla pubblicazione di *Il cimitero marino*, di Valery, il primo giorno del Forum è stato dedicato a lui in particolare e alla letteratura francese in generale, con un dibattito al quale hanno partecipato Enrique Saínz, Patricio Zapata e Alberto Marrero.

Nella seconda giornata giornalisti e scrittori hanno ricordato la vita e l’opera dello scomparso scrittore e saggista cubano Enrique Cirules, Premio Casa de las Américas nel 1993 e Premio della Crítica nel 1994.

Un altro gruppo composto da Desiderio Navarro, Julio Travieso, Francisco López Sacha e Juan Luis Hernández, ha parlato di romanzi, poesía e teatro nella letteratura russa, ieri 15 febbraio, perché quest’anno si commemora il centenario della Grande Rivoluzione Socialista d’Ottobre.

Oggi 16 si prevede l’incontro degli scrittori irlandesi, tra i quali Joseph O´Connor, Colm Toibín, Pura López Colomé, Lisa Mclnerney, Michael McCughan y Dermot Keogh, e si spera nella presenza del presidente dell’Irlanda, Michael Higgins.

Chiuderà il Forum il dibattito sulla raccolta di poesie *La casa que no existía*, della scrittrice cubana Lina de Feria, al quale parteciperanno gli studiosi Luis Yusef, Arístides Vega, Norge Espinosa e Lourdes González.

Il presidente dell’Associazione degli Scrittori della Uneac, Alex Pausides, aspira ad offrire con questo Forum uno spazio di riflessione sulla letteratura mondiale. (Traduzione GM – Granma Int.)