ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Armando Hart, ministro d’Educazione in compagnia di Camilo Cienfuegos, riceve dalle mani di Raúl Castro, la chiave simbolica dell’accampamento di Columbia, divenuto la Scuola Città Libertà. Photo: Archivo

Toccò al giovane  Armando Hart Dávalos, nella sua condizione di ministro d’Educazione del  Governo Rivoluzionario, ricevere l’accampamento militare di Columbia (sede dello Stato Maggiore delle Forze Armate di terra, mare e aria della Repubblica,  prima del trionfo della Rivoluzione) per  trasformarlo in una scuola modello che da allora in avanti si sarebbe chiamata Città Libertà.
La cerimonia, concepita come una semplice manifestazione di massa divenne quel giorno – il 14 settembre del 1959 – uno degli avvenimenti più trascendentali di quell’anno zeppo di fatti memorabili.
Nel poligono della  già caserma Columbia, il comandante Raúl Castro, come capo di Stato Maggiore dell’Esercito Ribelle, cosnegnò al ministro d’Educazione quella caserma.
Era una chiara mattina d’estate e in quel modo cominciò ufficialmente il primo corso scolastico nella Cuba Rivoluzionaria.
Fidel era presente, allora era Primo Ministro del Governo Rivoluzionario, e con lui c’era il presidente Osvaldo Dorticós Torrado.
Fu ancora più significativa quella consegna perchè era presente anche un protagonista,  a capo dell’Esercito Ribelle, un eroe invasore alla guida della colonna  Antonio Maceo Grajales,  Camilo Cienfuegos,  che un mese dopo scomparve  tragicamente.
Hart e Camilo parlarono animatamente. Camilo scherzava con Hart sull’accamoamento in cui doveva “ comandare”, e Camilo simbolicamente fece crollare uno dei muri.
Nel suo discorso  Armando Hart disse tra l’altro: “Il popolo  ha conquistato con il sangue il diritto dei bambini di comandare in questo territorio”.
Fidel, nel suo intervento richiamò l’attenzione su una promessa fatta da lui stesso e compiuta in quel momento: “ Un giorno le fortezze diventeranno scuole!”
Raúl ricordò che si diceva che quello che prendeva Columbia dominava Cuba “Ora Columbia è nelle mani dei bambini”.
Il presidente Osvaldo Dorticós disse: “Il dominio  militare di questo poligono è stato sostituito dal potere dell’insegnamento e la cultura”.
Poco prima dell’inizio della cerimonia, numerosi bambini armati solo con le bandiere cubane che sventolavano, entrarono dalla già fatidica Garitta 6 di quando era un accampamento, dov’era stato forgiato ed eseguito il vile colpo militare del 10 marzo del 1952, rivendicato nell’anno del Centenario di  José Martí, con l’eroico assalto alla seconda fortezza militare di Cuba —la caserma   Moncada—  che divenne a sua volta una Città Scuola il 26 di Luglio.
In quel caso fu Fidel alla guida di un trattore ad aprire una breccia nel muro della ex caserma, vicino alla Garitta 3 per lasciar passare gli scolari.   
Il giovane ministro Hart, di 28, anni assumeva con Città Libertà una responsabilità aggiunta alla suo lavoro naturale di rettore d’Educazione, comandava così un’esercito che si sarebbe moltiplicato ogni anno in numeri e valori culturali e morali. ( Traduzione GM – Granma Int.)