ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Internet

Il presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, Miguel Díaz-Canel, ha assicurato che con la nuova Costituzione della Repubblica, l’Isola più grande delle Antille sarà un paese migliore e più a tono con l’attualità.

Dal su account della rete sociale Twitter, il mandatario cubano ha risaltato che tra pochi giorni la nazione cubana avrà approvato la Carta Magna «che facciamo tutti per il bene di tutti. Cuba sarà un paese migliore, più del suo tempo».

Díaz-Canel ha insistito nel suo richiamo ai compatrioti a ratificare nelle urne la Legge delle Leggi che sostituirà quella vigente dal 1976, quando restano meno di due settimane per il Referendum del 24 febbraio, al quale sono convocati più di otto milioni di cubani.

La nuova Costituzione è stata approvata dall’Assemblea Nazionale del Potere Popolare il 22 dicembre, quando è stato convocato il referendum di ratifica .

Il testo reitera il carattere socialista di Cuba e il ruolo rettore nella sua società del Partito Comunista, e riflette cambi nella struttura dello Stato, amplia i diritti e le garanzie individuali, rinforza il potere popolare dalla base (i municipi) e riconosce varie forme di proprietà tra le quali quella privata. ( GM – Granma Int.)