ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Díaz-Canel ha ricevuto il Presidente del Governo della Spagna. Photo: Estudio Revolución

Il Presidente dei Consigli di Stato e e dei Ministri, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, ha ricevuto giovedì 22 il  presidente del Governo del Regno della Spagna, il signor Pedro Sánchez Pérez-Castejón, che ha realizzato una visita ufficiale  a Cuba.
Durante il cordiale incontro, i due mandatari hanno parlato del positivo stato attuale delle relazioni bilaterali, basate nei vincoli storici che legano i due popoli ed hanno coinciso nell’interesse di potenziarle in vari ambiti, come l’economico, il commerciale, sociale, scientifico, accademico e nella cooperazione. Inoltre hanno analizzato temi del’agenda internazionale.  
Hanno accompagnato il distinto visitatore i ministri Josep Borrell Fontelles, dei Temi Esteri, L’Unione Europea  e la Cooperazione, María Reyes Maroto Illera, dell’Industria, Commercio e Turismo, l’Ambasciatore  Juan Fernández Trigo e il segretario di Stato alla Cooperazione Internazionale e per Ispanoamerica e i Caraibi del Ministero dei Temi Esteri, Juan Pablo de Laiglesia, con altri membri della sua delegazione.
Per la parte cubana hanno partecipato il cancelliere Bruno Rodríguez Parrilla; il ministro del Turismo, Manuel Marrero Cruz; il ministro a.i.  del Commercio Estero e l’Investimento Straniero,  Antonio Carricarte Corona; il viceministro delle Relazioni Estere, Rogelio Sierra Díaz; l’ambasciatore in Spagna, Gustavo Machín Gómez  e altri funzionari della Cancelleria cubana.

Nel contesto

Questa è la prima visita di carattere ufficiale realizzata da un presidente del Governo spagnolo a Cuba, dopo quella di Felipe González nel 1986.
Il 25 settembre del 2018, i presidenti di Cuba e della Spagna hanno realizzato un incontro nella cornice delle attività collaterali svolte nelle Nazioni Unite, dove hanno scambiato criteri sulla necessità di rinforzare i vincoli bilaterali sulla base dell’uguaglianza e il rispetto mutuo.
Pedro Sánchez aveva accettato l’invito del suo omologo cubano di visitare Cuba.