Unicef: Cuba è campione nei diritti per l’infanzia › Cuba › Granma - Organo ufficiale del PCC
ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Raúl Castro con i bambini di La Colmenita. Photo: Estudio Revolución

Cuba si riafferma come un simbolo internazionale in materia di diritti umani catalogata come «campione a livello mondiale nella promozione e protezione dei bambini», dalla direttrice regionale di Unicef per l’America Latina e i Caraibi, María Cristina Perceval.

Le azioni della Rivoluzione cubana per proteggere la sua popolazione e soprattutto i minori d’età, sono state riconosciute a livello globale grazie a più di 50 anni d’applicazione di politiche sociali efficaci.

«Cuba conta con il programma “Educa tuo figlio”, un modello mondiale per lo sviluppo infantile precoce che abbiamo condiviso con altri paesi». ha detto a Prensa Latina la rappresentante del Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia (Unicef) in un Forum sul diritto dei bambini e delle bambine di crescere in famigli,a realizzato di recente nella capitale del Nicaragua, Managua.

La Perceval ha risaltato i passi avanti nella salute dell’Isola, la prima nazione che ha ottenuto l’eliminazione della trasmissione materno-infantile del VIH/sida, nel 2015.

L’alta funzionaria di questa agenzia della ONU ha ringraziato le autorità dell’Isola per condividere quello che hanno costruito per l’educazione della prima infanzia, nel tema dell’eliminazione della trasmissione verticale del VIH, la prevenzione delle gravidanze delle adolescenti, etc-…

«Unicef lavora gomito a gomito con il popolo e il governo dell’Isola, la più grande del mondo per il coraggio, la solidarietà e lo sforzo», ha dichiarato a PL La dirigente ha spiegato che è una grande forza di Cuba anche la preparazione di fronte ai disastri naturali.

«Dobbiamo riconoscere la capacità installata dal Governo e dalle organizzazioni sociali e comunitarie non solo per la prevenzione di fronte alle emergenze, ma per il comportamento durante i fenomeni, con efficacia, professionalità e rapidità»,ha sostenuto.

La specialista, che spera di visitare l’arcipelago quest’anno per realizzare la riunione regionale Unicef, ha mostrato la sua gratitudine al Governo e al popolo di Cuba per aver accettato il contributo dell’Agenzia per il recupero del paese dopo la devastazione degli uragani dell’anno scorso.