Miguel Díaz-Canel ha visitato luoghi d’interesse economico e sociale della capitale › Cuba › Granma - Organo ufficiale del PCC
ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Miguel Diaz Canel. Photo: Estudio Revolución

Il presidente cubano Miguel Díaz-Canel Bermúdez ha visitato vari luoghi d’interesse economico e sociale della capitale, come parte di una visita di due giorni che il Consiglio dei Ministri realizza in questa città.
La giornata è cominciata nell’Impresa Complejo Lácteo de LAvana, ubicata nel municipio del Cotorro e inaugurata nell’agosto del 1974 dal Comandante in Capo Fidel Castro Ruz.
Il direttore dell’impresa, Chelenin Darias Jorge, ha offerto una dettagliata spiegazione sul processo degli investimenti che si utilizzano ed ha precisato che nel 2017 sono stati utilizzati 20 milioni di pesos e questo ha permesso di migliorare i sistemi elettrice di refrigerazione, sostituire due caldaie a vapore e rimodellare la linea di produzione dello yogurt di soia.

Nell’area di produzione dello yogurt di soya, el Presidente cubano si è interessato alla qualità di questo prodotto con un alto impatto in gran parte della popolazione cubana. . Photo: Estudio Revolución

Per quest’anno gli sforzi saranno indirizzati al montaggio di una terza caldaia, che renderà la capacità iniziale dell’industria.
La ministro dell’Industria Alimentare, María del Carmen Concepción González, ha segnalato che dagli anni ’90 il Complejo Lácteo non era sottoposto a un processo d’investimenti di questa importanza, che permetterà d’aumentare lentamente i livelli di produzione dello yogurt di soya, del gelato, burro e formaggio.

Nella comunità Revolución, il Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri ha saputo che si stanno terminando 145 case in installazioni che appartenevano all’ Istituto Politecnico Villena Revolución. Photo: Estudio Revolución

Il Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri ha sottolineato l’importanza della manutenzione opportuna per far sì che l’industria non ritorni alla stato di deterioramento in cui si trovava due anni fa, quando si dovette paralizzare i l lavoro completamente.
Diaz Canel ha insistito sul forte impatto che hanno i latticini per la popolazione e la necessità di lavorare per ottenere una sostenibilità con gli investimenti assegnati.
Accompagnato da Mercedes López Acea, membro  del Burò Politico del Comitato Centrale del Partito e prima segretaria del Comitato Provinciale a L’Avana e dal presidente del Governo, Reynaldo García Zapata,  ha percorso alcune aree dell’impresa ed ha parlato con gli operai delle loro condizioni di lavoro, dei salari e la specializzazione.

La bottega è uno degli spazi disegnati nella comunità Revolución. Photo: Estudio Revolución

Il secondo percorso lo ha realizzato nella comunità Revolución, situata  vicino allo spazio fieristico  Expocuba, nel municipio di Boyeros, dove ci sono 145 case, in installazioni che appartenevano all’Istituto Politecnico Villena Revolución.
Michel Milán Reyes, vicepresidente del Consiglio d’Amministrazione Provinciale ha spiegato a Diaz Canel che oltre che agli appartamenti di diversi formati sono stati disegnati spazi per la bottega, la panetteria, la macelleria, il consultorio medico della famiglia e varie aree per la ricreazione e lo sport.

Díaz-Canel Bermúdez ha vistato varie aule e laboratori della scuola. Photo: Estudio Revolución

Durante il percorso realizzato con il ministro della Costruzione, René Mesa Villafaña, il Presidente cubano ha potuto apprezzare il confort degli appartamenti dove prossimamente vivranno lavoratori dell’educazione che ora si trovano ospiti in alberghi e altre famiglie con necessità della casa.
Ha insistito che sin dal principio si faccia ordine nel tema legale della case e nella forma di pagamento. Inoltre ha raccomandato di vegliare perchè non si eseguano costruzioni nella comunità commettendo violazioni urbanistiche.
Poi ha visitato l’Unità Provinciale d’Igiene, incaricata della raccolta finale della spazzatura nella città.

Nell’ospizio «28 de Enero» ha conversato con gli anziani che lì ricevono attenzione. Photo: Estudio Revolución

Il direttore provinciale dei Servizi Comunali, Onelio Ojeda López,  ha spiegato la situazione  attuale per l’igienizzazione della capitale, danneggiata soprattutto dalla paralisi di circa 40 camion per la raccolta dei 90 necessari per il territorio, per raccogliere circa 23000 metri cubi di rifiuti generati ogni giorno.
Il programma degli investimenti destinati alla riparazione di questi camion e per l’acquisto di nuovi  necessari per la raccolta, è stato attualizzato.
Il vicepresidente del Consiglio dei Ministri, Ricardo Cabrisas Ruiz,  ha commentato che sul tema dei servizi comunalai è stata data priorità al Piano dell’ Economia perchè non è possibile parlare di una città pulita se non si destinano risorse per questo.
Díaz-Canel Bermúdez ha catalogato il problema della raccolta dei rifiuti come uno dei più complessi nella provincia.

Díaz-Canel Bermúdez ha visitato varie aree del policlinico. Photo: Estudio Revolución

«La sua soluzione, ha detto, è un punto fermo e distinguerà il lavoro che si realizza nella capitale.
Nel pomeriggio il percorso è continuato nel Liceo  Mártires de Porvenir, del municipio di Diez de Octubre, dove studiano 573 giovani.
Accompagnato dalla ministro d’Educazione, Ena Elsa Velázquez Cobiella, il Presidente ha visitato l’istituzione in cui si sta realizzando un notevole processo di riparazione e manutenzione.
Lì ha visitato aule e laboratori ed ha parlato con studenti e insegnanti dei piani di studio, degli esami d’ingresso all’università, dell’utilizzo delle nuove tecnologie,  l’importanza di parlre inglese, la computazione e la pratica degli sports, così come della necessità che si mantengano informati sui principali avvenimenti nazionali e internazionali.
Nella Casa degli Anziani, l’ospizio «28 de Enero», situato  nel municipio di Diez de Octubre, il Presidente cubano ha osservato i lavori di costruzione che si realizzano per recuperare e ampliare la capacità di questa istituzione fondata nel 1923.
Attualmente nell’ospizio ci sono un centinaio di letti in cinque sale. Gli anziani lì iscritti hanno età tra 70 e 80 anni e ricevono assistenza medica,  odontoiatrica e psicologica oltre a servizi di riabilitazione e attività di ricreazione.
Díaz-Canel Bermúdez ha visitato la Casa degli Anziani con il ministro di Salute Pubblica, Roberto Morales Ojeda, si è fatto fotografare con alcuni di loro e si è interessato alla loro salute e alle cure che lì ricevono.
Andando verso il policlinico docente di Lawton, ultimo punto del percorso di ieri mercoledì 16, Díaz-Canel Bermúdez ha parlato con la popolazione che lo aspettava davanti alla Casa degli Anziani per ratificare l’appoggio alla Rivoluzione cubana e la continuità storica che lui rappresenta.
Nell’istituzione medica che nel 1983 fu selezionata dal Comandante in  Capo  Fidel Castro Ruz per iniziare il Programma del medico e l’infermiera della famiglia, la direttrice del policlinico, Esmiraida Parra Castañeda,  ha spiegato che l’area di salute copre circa 25.000 abitanti che ricevono servizi d’urgenza, del laboratorio clinico e SUMA, di radiologia, ecografie diagnostiche, di terapia fisica e riabilitazione, d’odontoiatria, d’allergia e di chirurgia minore, così come l’assistenza integrale al diabaetico.
Ugualmente la specialista ha parlato dello sviluppo delle tecnologie e delle attività di docenza e investigazione.
Durante la visita delle differenti aree del policlinico, Díaz-Canel Bermúdez ha parlato con la popolazione che si era riunita e con i dipendenti e si è interessato alle condizioni del lavoro e all’accettazione che ricevono i differenti servizi che offrono.
Salutando il Presidente ha augurato un buon lavoro ed ha invitato a difendere con molto orgoglio la storia che è parte del policlinico,  dei suoi lavoratori e di Cuba.
«Difendetelo sempre perchè sarà essenziale per la costruzione di un mondo migliore, che è possibile, ha detto». (GM – Granma Int.)