ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Il vicepresidente della Commissione dell’Unione Africana (UA), Thomas Kwesi Quartey, che guida una delegazione in visita di lavoro a Cuba, è stato ricevuto nella sede del Consiglio di Stato dal vicepresidente del Consiglio di Stato di Cuba, Salvador Valdés Mesa. Photo: Jose M. Correa

Il vicepresidente del Consiglio di Stato, Salvador Valdés Mesa, e il vicepresidente della Commissione dell’Unione Africana, Thomas Kwesi Quartey,  hanno sottolineato i vincoli d’amicizia e solidarietà di Cuba e delle nazioni africane durante un amichevole incontro.
Ugualmente, hanno risaltato la collaborazione dell’Isola con il continente africano in materia di salute, educazione e formazione di professionisti,  ed hanno anche dialogato su temi dell’ambito internazionale, sulla posizione della Unione Africana a favore dell’eliminazione del blocco economico commerciale e finanzario, imposto dagli Stati Uniti contro Cuba da più di mezzo secolo.
Hanno accompagnato il dirigente africano  Sajo Jallow e William Okaikoe, assessori nel suo Ufficio,  Kyeretwie Akwasi Osei, funzionario a carico dei Temi della  Diaspora per le Americhe e i Caraibi.
Per Cuba hanno partecipato all’incontro  Ileana Núñez, ministra ad interim del Ministero del Commercio Estero e l’Investimento Straniero e funzionari della Cancelleria.

CUBA  E AFRICA, SEMPRE PIÛ VICINE  

Il Vicepresidente della Commissione della UA ha reso omaggio ai Patrioti Africani  rappresentati nel parco omonimo della capitale.
Con la direttrice per l’Africa Subsahariana del Minrex, Gisela García Rivera, e i membri del corpo diplomatico africano accreditato a L’Avana, Kwesi ha percorso il parco e si è fermato davanti al busto del martire  Kwame Nkrumah, con il quale condivide la nazionalità del Ghana, e davanti a quello da poco scoperto del keniano Jomo Kenyatta.
In questo contesto, il visitatore dell’organismo  multilaterale più importante dell’Africa  ha detto che il suo continente e Cuba mantengono vincoli storici riflessi nel contributo dell’Isola dai processi  d’emancipazione  di paesi come Angola, Etiopia e Mozambico, tra gli altri.
Più tardi, nella sede del Minrex, dove lo ha ricevuto il primo  viceministro delle Relazioni Estere, Marcelino Medina González, ha segnalato la guida del  Comandante in Capo  Fidel Castro Ruz e ha detto che «siamo qui per onorare  Fidel e il popolo cubano».
Poi ha valutato il ruolo della Campagna di Alfabetizzazione intrapresa da Cuba dopo il trionfo della Rivoluzione ed ha indicato che L’Isola ha molto da insegnare al continente africano in questo senso.
Kwesi ha aggiunto che è intenzione condivisa l’alfabetizzazione dell’Africa.
Il vice cancelliere Medina González  ha sottolienato che esiste  un potenziale per continuare a sviluppare le relazioni tra Cuba e gli Stati Africani. (GM – Granma Int.)