ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Juvenal Balán

Un gruppo d’imprese turistiche degli Stati Uniti ha sostenuto e difeso questa settimana  che gli statunitensi possono continuare i loro viaggi nel’Isola, perchè considerano Cuba una destinazione sicura e i viaggi non sono proibiti dalla nuova politica della Casa Bianca.
Esecutivi di compagnie  dei settori delle agenzie di viaggi,  hotels, tour operatori,  linee aeree e navi da crociera, hanno espresso il loro interesse per continuare le relazioni commerciali con la maggiore delle Antille.
«Il messaggio è che Cuba è aperta agli affari, è sicura, meravigliosa e legale per i viaggiatori degli Stati Uniti», ha affermato Terry Dale presidente dell’Associazione  dei Tour Operatori degli Stati Uniti.
Durante il 2017, circa 620.000 statunitensi hanno visitato  Cuba con enormi livelli di sicurezza e soddisfazione. Un argomento che entra in contraddizione con “l’allerta di viaggio” fatta all’inizio di gennaio, poi tolta e passata a “riconsiderare il viaggio”, pubblicata dal Dipartimento di Stato.
«È molto importante che i viaggiatori statunitensi capiscano che questo avviso sui viaggi del Dipartimento di Stato non impedisce legalmente agli statunitensi di andare a Cuba», ha spiegato l’avvocato Lindsay Frank, come ha informato l’agenzia tedesca  DPA.
Donald Trump, che ha come assessori alcuni legislatori cubano-americani partitari del confronto tra Cuba e gli Stati Uniti, aveva annunciato nel giugno scorso a Miami, un cambio di politica verso la maggiore delle Antille che include l’indurimento del blocco e nuove regole per rendere più difficili i viaggi tra i due paesi.
Poi in settembre Washington ha emesso un’avvertenza per i viaggiatori statunitensi, alludendo ai rischi di viaggiare a Cuba, in relazione con presunti “attacchi acustici contro diplomatici nordamericani a L’Avana”.
 Con lo stesso argomento e senza apportare prove di sorta, il Dipartimento di Stato ha mantenuto Cuba al livello 3 di una scala di 4, con la raccomandazione di riconsiderare il viaggio, nel suo nuovo sistema  di giudicare la sicurezza di tutti i paesi del mondo.
Le decisioni della diplomazia degli USA vanno contro i risultati delle loro stesse investigazioni. L’agenzia AP h rivelato di recente che una relazione del FBI nega l’esistenza di  prove su presunti “attacchi acustici” contro il personale diplomatico nordamericano in Cuba.
Cuba è una delle destinazioni meno pericolose per i viaggiatori internazionali. La scorsa settimana ha ottenuto il Premio  Excelencia come paese più sicuro per il turismo durante la XXXVIII Fiera Internazionale del ramo, Fitur 2018, che si è svolta a Madrid (Spagna). ( Traduzione GM - Granma Int.)
Pie de foto: Nave da crociera attraccata ne L’Avana Vecchia - Foto:* Juvenal Balán