ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Resultados de búsqueda

71 resultados.

La buona pioggia del periodo umido

Alla fine di giugno i 242 laghi artificiali amministrati dall’Istituto Nazionale delle Risorse Idrauliche contenevano il 54% della loro capacità totale

Una nuova tecnologia nel Ciren

Granma ha ricevuto l’informazione che si tratta di un neuro-navigatore di provenienza tedesca che propizia uno stretto controllo della posizione degli strumenti rispetto alle strutture del cervello, la colonna vertebrale e le lesioni da trattare.

Centro d’Immunologia Molecolare

Potenziare lo sviluppo di farmaci innovatori. L’istituzione scientifica si propone d’ampliare la sua gamma di prodotti biotecnologici innovatori, d’alto valore aggiunto , indirizzati a migliorare gli indici di salute della popolazione e a favorire l’aumento delle esportazioni

Il Fronte freddo ha provocato inondazioni

La permanenza quasi stazionaria del fronte freddo numero tre della presente stagione  invernale sulla regione orientale, ha provocato numerose forti piogge da  Camagüey a Guantánamo...

Il 2017, il dodicesimo anno più caldo dal 1951

Alla fine dell’anno , con una temperatura media nazionale di 0,53 gradi Celsius al di sopra della media storica di 25,49 gradi, il 2017 è risultato il dodicesimo anno più caldo in Cuba dal 1951 ad oggi.

Stagione ciclonic 2018: più attiva di quel che si attendeva

Terminata in maniera ufficiale il 30 novembre, la stagione ciclonica del 2018 nella conca dell’Atlantico tropicale ha registrato 15 organismi ciclonici con il nome, un numero superiore al previsto per il consenso dei modelli prima del suo inizio.

8,2 gradi a Tapaste

I dati offerti a Granma dalla Master in Scienze Yinelys Bermúdez, del Centro dei Pronostici dell’Istituto di Meteorologia, rivelano che ci sono stati valori d’interesse anche a Bainoa, con 8,3 gradi, e a Unión de Reyes, con 9,2.

Il nocivo impatto della polvere del Sahara su Caraibi

L’arrivo ogni anno nella regione dei Caraibi di grandi quantità di polvere immerse in nuvole generate dalle tormente di sabbia del deserto del Sahara danneggiano gli ecosistemi terrestri e marini, la salute dell’uomo e degli animali e le condizioni del tempo.