ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Resultados de búsqueda

27 resultados.

Continueremo al nostro ritmo il processo di trasformazioni nella società cubana

Discorso pronunciato dal Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz, Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba e Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, nella chiusura del V Periodo Ordinario di Sessioni della VIII Legislatura dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare, nel Palazzo delle Convenzioni, il 15 luglio del 2015, “57º Anno della Rivoluzione”.

Ti diciamo da qui: Hasta la Victoria Siempre

Fidel ha dedicato tutta la sua vita alla solidarietà ed ha guidato una Rivoluzione socialista *degli umili, con gli umili e per gli umili* che è divenuta un simbolo della lotta antiapartheid e antimperialista, per l’emancipazione e la dignità dei popoli.

Raúl ha inviato una lettera al Presidente Nicolás Maduro Moros

«La dimostrazione d’appoggio popolare è stata chiara e precisa, fedele al legato del Libertador Simón Bolívar e del Presidente Hugo Chávez Frías», ha scritto  il Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri di Cuba nella sua lettera, riferendosi alle elezioni e all’installazione dell’Assemblea Nazionale Costituente.

L’unica alternativa di fronte agli enormi pericoli e alle sfide che abbiamo davanti è l’unità, con la solidarietà

Discorso pronunciato dal Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz, Primo
Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba e Presidente
dei Consigli di Stato e dei Ministri, nel XVII Vertice del Movimento dei Paesi Non Allineati, nell’Isola di Margarita, Venezuela, il 17 settembre del 2016, “58º Anno della Rivoluzione”.

Il mondo di oggi necessita equilibrio, intesa e pace

Discorso pronunciato dal Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz, Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri della Repubblica di Cuba, durante la cena ufficiale offerta da François Hollande, presidente della Repubblica Francese, nel Palazzo dell’Eliseo, il 1º febbraio del 2016, “Anno 58º della Rivoluzione”